La storia del Folletto

La storia del Folletto

Vorwerk Kobold 30

Vorwerk Kobold 30

La storia del Folletto risale a oltre 130 anni fa, quando la “Barmer Teppichfabrik Vorwerk & Co.” oggi conosciuta con il nome Vorwerk nacque nel 1883 a Wuppertal, in Germania, fondata dai fratelli Carl e Adolf Vorwerk come azienda a conduzione familiare produttrice di tappeti e successivamente creando anche telai meccanici, motori a trasmissione e grammofoni.

Dopo la crisi economica del 1929, quando il settore dei grammofoni era ormai in crisi, l’ingegnere Engelbert Gorissen ebbe la brillante idea di usare il motore di un grammofono per costruire una piccola scopa elettrica, versatile e maneggevole. Vedendola in azione, la sua segretaria esclamò entusiasta: «Ma questo è un piccolo “Kobold”!» (in tedesco, appunto, “folletto”).

Il primo apparecchio, costruito con un bastone in legno e con il blocco motore e l’attacco del sacco in metallo, entrò in produzione nel mese di maggio del 1930 e fu il modello Kobold 30. In Italia la Vorwerk iniziò a vendere i suoi primi esemplari di aspirapolvere Folletto a partire dal 1938. Vorwerk Folletto è presente ancora oggi nelle case di milioni di persone, grazie al sistema della vendita diretta, una strategia introdotta da Werner Mittelsten Scheid nel 1930.

Tra i modelli che è possibile trovare ancora oggi ricordiamo il VK 116 e VK 117, leggeri e con un ricco corredo di accessori, molto venduti negli anni ’70 e successivamente, a partire dal 1983, i modelli VK 120, VK 121 e VK 122.

È nel 1997 con il VK 130 che viene utilizzato un nuovo sistema di aspirazione più performante e per la prima volta il filtro HEPA per la prevenzione delle allergie. Le scocche sono interamente in plastica con un design innovativo e gli accessori sono più pratici e funzionali. Nel 2000 esce il modello VK 131, un miglioramento (solo per quanto riguarda gli accessori) del modello precedente.

Tra il 2003 e il 2008 escono i due modelli VK 135 e VK 136, i primi ad avere la nuova spazzola snodata con ruote che permette di riporre l’aspirapolvere in posizione verticale senza bisogno di appoggio. Rispetto al modello precedente viene diminuito il peso e aumentata la maneggevolezza e la potenza di aspirazione.

Nel 2009 nasce il VK 140, leggerissimo, più potente e con un corpo motore decisamente meno ingombrante. Il filtro HEPA viene integrato nel sacchetto rendendo la sua sostituzione più pratica. Il VK 150 viene presentato nel 2014, le scocche abbandonano il classico colore verde a favore del bianco, portando una ventata di freschezza, più in sintonia con le ultime tendenze in fatto di design.

Gli ultimi modelli VK 200 e VK 220 S arrivano rispettivamente nel 2015 e nel 2018. Due apparecchi dal design elegante e consumi ridotti, la nuova spazzola con riconoscimento automatico del tappeto permette di adattarsi a pavimenti e tappeti senza dover intervenire manualmente.

 

La storia del Folletto ultima modifica: 2017-05-14T19:47:50+01:00 da Aspir Point

Lascia un commento